In data 30 novembre 2010 è stata sottoscritta una nuova linea di credito revolving per euro 1,2 miliardi di durata quinquennale che andrà a sostituire le linee di credito esistenti per un totale di euro 1,475 miliardi avviate nel 2005 e nel 2007 con scadenza nel 2011 e nel 2012, che di conseguenza saranno anticipatamente cancellate.

La scadenza al 2015 della nuova linea è allineata all’orizzonte temporale del recente piano industriale e la sottoscrizione del nuovo contratto rientra tra le azioni finalizzate all’ottimizzazione della struttura dell’indebitamento attraverso l’allungamento della durata media del debito e la diversificazione delle fonti di finanziamento.

Il contratto di finanziamento è stato sottoscritto con dodici primari istituti nazionali ed internazionali, sarà a tasso variabile e avrà un tasso di interesse iniziale pari all’Euribor maggiorato di 110 punti base.