Nota 36 - Oneri finanziari

Sono così articolati:

(in migliaia di euro)    
  2010 2009
Interessi a banche 47.098 48.196
Altri oneri finanziari 36.449 36.897
Perdite su cambi 263.784 288.609
Valutazione a fair value titoli detenuti per la negoziazione 1.916 -
Valutazione a fair value di strumenti derivati su cambi 8.376 41.117
Valutazione a fair value di altri strumenti derivati 5.704 54
  363.327 414.873

Gli altri oneri finanziari comprendono principalmente l'effetto derivante dall'adozione della contabilità per l'inflazione in Pirelli de Venuezuela C.A. per euro 11.702 migliaia (si veda anche nota 41).

Le perdite su cambi includono l'adeguamento ai cambi di fine esercizio delle partite espresse in valuta diversa da quella funzionale ancora in essere alla data di chiusura del bilancio e le perdite realizzate sulle partite chiuse nel corso dell'esercizio.

La valutazione a fair value di strumenti derivati su cambi si riferisce a operazioni di acquisto/vendita di valuta a termine a copertura di transazioni commerciali e finanziarie. Per le operazioni aperte a fine esercizio, il fair value è determinato applicando il tasso di cambio a termine alla data di bilancio.

La valutazione a fair value si compone di due elementi: la componente interesse legata al differenziale di tassi di interesse tra le due valute oggetto delle singole coperture, pari a un costo netto di copertura di euro 9.959 migliaia e la componente cambi, pari a un utile netto di euro 1.584 migliaia. Confrontando quest'ultima con le differenze cambio sulle partite in valuta estera, pari a una perdita netta di euro 14 migliaia (perdite su cambi pari a euro 263.784 migliaia e utili su cambi pari a euro 263.770 migliaia, inclusi nei proventi finanziari), ne deriva che la gestione del rischio cambio è sostanzialmente in equilibrio.

La valutazione a fair value di altri strumenti derivati include euro 5.386 migliaia relativi alle perdite cumulate nel Patrimonio netto e riclassificate a conto economico al 31 dicembre 2010 a seguito della chiusura di interest rate swap per un valore nozionale pari a euro 300 milioni (vedi nota 27).